Storia

1949 - I due fratelli Stefano e Guglielmo Marzocchi fondano la Marzocchi

 

 I due fratelli Stefano e Guglielmo Marzocchi nel 1949 fondano la Marzocchi. I due fratelli, dotati di grandi capacità tecniche e di un’esperienza maturata all’interno della Ducati cominciarono l’attività di produzione di sospensioni per moto di grossa cilindrata nella cantina della loro abitazione in Via Zannoni, a Bologna. Grazie al boom delle moto lo sviluppo aziendale in quei primi anni fu consistente ed incoraggiò i fratelli nella continuazione di quella avventura.

1953 - L’azienda cresce

Nel 1953 la produzione aveva raggiunto i 200 pezzi al giorno, gli addetti erano ormai 25 e lo scantinato di via Zannoni oramai insufficiente. Si comincia quindi a pianificare per un necessario ampliamento.

1957 - L’azienda si sposta a Casalecchio di Reno

Nel 1957 l’Azienda venne trasferita in un ”capannone” più idoneo a Casalecchio di Reno. 

A metà degli anni '50, quando la produzione di motociclette subì una forte contrazione, i fratelli Marzocchi pensarono di diversificare la produzione, riprendendo un progetto di pompa ad ingranaggi già precedentemente iniziato all'interno della Ducati durante la Seconda Guerra Mondiale per la fabbrica di aeroplani Messerschmitt.

1961 - Nasce la Marzocchi Pompe S.R.L.

I fratelli Marzocchi si convincono che sia necessario diversificare la produzione. La crescita dei due settori produttivi portò quindi alla costituzione di due aziende distinte: la Marzocchi Pompe S.R.L. e la Marzocchi S.P.A. La prima si occupava di progettazione e produzione di pompe oleodinamiche, la seconda di sospensioni per moto.

1965 - La seconda generazione: il successo nei circuiti motociclistici

Dopo il 1965, entra in scena la seconda generazione dei Marzocchi oggi alla guida di Marzocchi Pompe. Adriano, figlio di Stefano e Paolo, figlio di Guglielmo. Per Marzocchi Sospensioni i prodotti si rivolgevano alla fascia alta del mercato: moto da cross e di grossa cilindrata. La decisione aziendale di puntare sull’attività sportiva con l’obiettivo dello sviluppo prodotto si rivelò vincente. I campioni della Marzocchi hanno dominato sui circuiti motociclistici di tutta Europa.

1970 - Le prime moto-cross

Il cross fece da traino per il successo commerciale dell’azienda anche negli anni ’70, quando la Marzocchi creò sodalizi con le più prestigiose case costruttrici: KTM, SWM, Fantic.

1980 - Cresce la produzione di ingranaggi

Viene fondata la Lavin che produce e fornisce alla Marzocchi Pompe tutti gli ingranaggi nel concetto “ready to assemble” usando macchine e attrezzature di collaudo allo stato dell’arte.

Nel frattempo la continua evoluzione dei prodotti portò negli anni ’80 alla collaborazione con i costruttori di moto da strada di grossa cilindrata come BMW, Guzzi, Ducati e all’affermazione di Marzocchi come leader in Europa nella produzione di sospensioni.

1990 - Si diffonde la mountain-bike

Negli anni ’90 il mercato si diversifica ulteriormente. Negli Stati Uniti comincia a diffondersi lo sport della Mountain Bike anche a livello agonistico e Marzocchi ha la felice intuizione di cominciare a produrre forcelle per biciclette che uniscono alta tecnologia a prestazioni elevate.

1992 - La filiale americana in California

Parallelamente anche la Marzocchi Pompe sviluppa nuove tecnologie che le permettono di realizzare modelli di pompa con performances sempre più elevate e per campi di applicazione sempre più vasti così da collocarsi, anche in termini di volumi, tra i primi produttori europei. Nel frattempo, grazie ad una ricerca e ad una sperimentazione continua, ottiene nuovi successi nelle competizioni automobilistiche. La Azienda continua ad investire e sviluppare la microidraulica. Il Gruppo Marzocchi sbarca negli USA, in California. Si cominciano a sviluppare le vendite verso il Far East.

1995 - Sviluppo del settore automotive

Nel 1995 la Marzocchi Pompe inizia la collaborazione con alcuni importanti costruttori di componentistica per auto per lo sviluppo di pompe per il servosterzo elettroidraulico e per i cambi automatici e semiautomatici.

La Marzocchi Pompe viene selezionata per le sue caratteristiche aziendali e per quelle dei prodotti appartenenti alla gamma della microidraulica: performance elevate soprattutto in termini di rendimenti meccanici e volumetrici.

1996 - Collaborazione con Parker Hannifin

La Marzocchi Pompe conclude un contratto di fornitura in “private label” con la multinazionale Parker Hannifin. Tutte le pompe (PGP) ed i motori (MGP) venduti, per 5 anni, da Parker Hannifin dalla propria struttura di vendita mondiale, sono prodotti da Marzocchi Pompe.

1997 - Marzocchi Pompe continua a crescere

Adriano Marzocchi diventa General Manager della Marzocchi Pompe. Concretizzandosi la produzione delle micropompe per il settore auto in elevati volumi e per vari prestigiosi clienti nasce nel 1997 una nuova divisione ed un nuovo stabilimento, la “Marzocchi Automotive Pumps” ad Ostellato di Ferrara. Lo stabilimento diventerà una tra le più importanti realtà industriali della provincia di Ferrara.

2000 - Gli anni Duemila

La Marzocchi Pompe ha necessità di utilizzare, per i propri prodotti, componenti pressofusi in alluminio con caratteristiche speciali; nel 1999 si concretizza una joint venture con la fonderia di pressofusione Montirone localizzata a S. Giovanni in Persiceto (Bo). Oggi la Montirone fornisce tutti i componenti pressofusi usati sulle pompe, è un fornitore certificato per le aziende dei settori automotive, arredamento, elettrodomestici; è dotato di macchine e attrezzature moderne di elevata tecnologia.

2006 - Nuovi investimenti nella logistica

Per coprire le incrementate necessità informatiche viene installato il nuovo ERP Navision appartenente al pacchetto della Microsoft Business Solution e vengono acquistati diversi magazzini automatizzati sia per il prodotto finito che per i componenti. In particolare il magazzino viene così modernizzato con due Modula per lo stoccaggio delle pompe già pronte e imballate destinate ai clienti e per snellire il processo di preparazione della merce per la spedizione.

2008 - Il gruppo si ristruttura

Nel settembre 2008 la sola Marzocchi Sospensioni viene ceduta alla multinazionale americana TENNECO, specializzata in ammortizzatori per auto e conosciuta per il marchio MONROE.

La proprietà conferma la focalizzazione sul prodotto pompa e motore ad ingranaggi e lancia un importante programma di sviluppo e investimenti.

2009 - La filiale si sposta nel Midwest

Nel 2009 la Marzocchi Pompe trasferisce la propria divisione americana dalla originale sede in California alla nuova sede di Schaumburg nelle stato dell’Illinois a pochi chilometri dall'aeroporto O'Hare di Chicago.
La decisione viene presa per rilanciare le attività di vendita localizzando la filiale in posizione più baricentrica rispetto al mercato nordamericano. La filiale americana Marzocchi Pumps USA gestisce e supporta le vendite in America. Nella sede di Chicago è presente un fornito magazzino di prodotti finiti e ricambi che permette spedizioni veloci, spesso “same day".

2010 - Nuovi progetti

Si consolida la collaborazione con la facoltà di ingegneria dell’Università di Bologna per la progettazione di nuovi prodotti. Lo studio del particolare profilo degli ingranaggi Marzocchi Pompe è stato condotto in collaborazione con il dipartimento DIEM della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Bologna, attraverso la generazione di un software di progettazione dedicato.

Viene attivata all’interno dell’Ufficio Commerciale una sezione che si occupa di tutti gli aspetti di MKTG operativo.

2011 - Marzocchi compie 50 anni

La Marzocchi festeggia i 50 anni di attività nella produzione delle pompe ad ingranaggi. Vengono prodotti i primi prototipi della pompa a bassa rumorosità e basse pulsazioni. ELIKA, la nuova proposta Marzocchi nel mercato delle pompe ad ingranaggi, è una efficace risposta per tutte quelle applicazioni che necessitano di bassi livelli di rumorosità. Lo sviluppo del prodotto si basa sul lancio di tutta una gamma delle cilindrate dalla famiglia 2 fino alla famiglia 4 sia in configurazione singola che multipla.

2012 - La Marzocchi Pompe si ripresenta come TIER 2 sul mercato automotive

La Marzocchi Pompe partecipa alla fiera specializzata in componentistica auto Expo 2014 a Stoccarda con un proprio stand, riconfermando quindi la propria autonoma attività verso i TIER1 del mercato automotive.

Viene anche installata la prima stampante 3D per concretizzare un progetto di prototipazione rapida che permetterà di accorciare sensibilmente i tempi di lancio di un prodotto.

2013 - Nuova Corporate Image

Marzocchi Pompe presenta Elika al mercato mondiale con una campagna pubblicitaria mirata e con l’organizzazione di eventi per i distributori italiani e stranieri.

Si iniza la produzione in larga scala della nuova pompa Elika. Viene installata la nuova macchina 3D Zeiss da officina.

2014 - Nuova linea di montaggio automotive

Viene installata la nuova linea di montaggio e collaudo automotive per la pompa E05. Viene lanciato il progetto di certificazione ISO TS riferimento per i Sistema Qualità delle Aziende operanti nel settore automotive.